Home Motosprint.it Alex Marquez: il talento cresciuto nell'ombra

Alex Marquez: il talento cresciuto nell'ombra

Il pilota spagnolo da piccolo sognava di fare il meccanico del fratello Marc e invece dal 2020 sarà il suo compagno di box al team Honda

La notizia dell'arrivo di Alex Marquez in MotoGP, al team ufficiale Honda al posto di Jorge Lorenzo, può aver suscitato scalpore nei più. In realtà, oltre ad essere già una voce di corridoio che si era insinuata nel paddock da tempo, va a dare i giusti meriti ad un ragazzo pieno di talento che ha alle spalle già due titoli mondiali, uno in Moto3 vinto nel 2014 e il secondo in Moto2 vinto in questa stagione 2019.

Ma chi è Alex Marquez, oltre ovviamente ad essere il fratello minore di Marc Marquez?

IL DEBUTTO – La sua storia è un po' il riflesso di quella del fratello Marc: quando entrambi erano piccoli (tra i due ci sono tre anni di differenza), Alex vedendo suo fratello che già si dava da fare in moto, aveva come sogno quello di fargli da meccanico.

E invece la storia è andata diversamente.

E' il 2010 quando Alex, all'età di quattordici anni, partecipa per la prima volta al campionato spagnolo classe 125cc con il team Monlau Competicion.

L'anno successivo, è già nel CEV, sempre con lo stesso team a darsi battaglia con Alex Rins: esce da questa stagione al secondo posto della classifica generale e quarto nell'europeo.

Nel 2012 è campione nazionale della categoria Moto3 del CEV.

L'ARRIVO IN MOTO3 –Da qui, la sua carriera decolla, e l'arrivo nel Motomondiale nella categoria cadetta è quasi scontato. Prima partecipa come wild card e successivamente (dal 2013) è ufficialmente al via come pilota del team Estrella Galicia 0,0.

La sua prima vittoria nel mondiale arriva in Giappone e riesce a chiudere la stagione al quarto posto della classifica iridata.

Il 2013, è anche lo stesso anno del debutto del fratello Marc nella classe regina, dove lascia tutti a bocca aperta vincendo il titolo iridato nella massima categoria al suo primo anno da rookie.

Alex, che per i grandi risultati del fratello è costretto sempre a rimanere un po' in ombra, non si dà per vinto e nel 2014 conquista il titolo mondiale nella categoria Moto3: è il 9 novembre, e nell'ultima gara della stagione, quella di Valencia, diventa campione del mondo con soli due punti di vantaggio su Jack Miller.

Nello stesso anno Marc Marquez vince ancora una volta il titolo iridato in Motogp che unito al titolo del fratello Alex vede nascere il dominio dei fratelli di Cervera nel Motomondiale.

GLI ANNI PIU' DURI – Il passaggio dalla Moto3 alla…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

DEVI LEGGERE

Aiello: “Mai tradito carnalmente, ma con la testa un sacco di volte …

Dal tradimento all'amore, passando per selfie e musica. L'intervista a Aiello a Le Iene su Italia1Con cosa fa rima Aiello? "Giorno bello e ombrello",...

Perché i due fondatori di Google abbandonano Google?

Il prossimo annuncio, per i due storici fondatori di Google, potrebbe essere davvero quello finale, cioè quello del ritiro a vita privata. Intanto, hanno...

Tony Colombo, nuova polemica: stop al concerto a Castellammare …

Concerto non autorizzato di Tony Colombo, arrivano i carabinieri e lo interrompono. Nonostante i divieti al rione Cmi, nella periferia di Castellammare di Stabia,...

Pezzi Unici: le anticipazioni della qurta puntata – Panorama

Nuova puntata della serie con Sergio Castellitto e Irene Ferri, su Rai 1 domenica 8 dicembre. Ancora ottimi ascolti per Pezzi Unici, diretta da...

Piazza Fontana, la strage infinita che ha cambiato la storia d'Italia

Ricostruire la storia giudiziaria della strage di piazza Fontana è impresa sovrumana, e individuarne gli esecutori materiali addirittura impossibile. Quando, quel 12 dicembre...