Home NBAPassion.com (Comunicati Stampa) (Blog) Euroleague preview: Olimpia Milano-Baskonia, a caccia di conferme

Euroleague preview: Olimpia Milano-Baskonia, a caccia di conferme

Aver raggiunto la vetta della classifica vuol dire avere ora delle responsabilità. Quelle di Milano consistono in conferme che devono arrivare già dal match di stasera contro il Baskonia, che vuole dimostrarsi, per l'ennesima volta, mina vagante del campionato. In una competizione il cui livello continua ad alzarsi e le cui sorti non si decidono certo nella metà campo d'attacco, Messina per dare queste conferme ha un'idea ben chiara: la sua Olimpia deve essere la miglior difesa d'Europa; perché la miglior difesa d'Europa gioca per arrivare in fondo e, spesso, vince anche. Un viaggio che parte proprio da Olimpia Milano-Baskonia.

Olimpia Milano-Baskonia: Messina cerca conferme dopo l'exploit contro il Barcellona

Olimpia Milano-Baskonia: qui Olimpia

Con la rosa al completo, Messina dovrà tener fuori tre elementi del proprio roster: i principali indiziati paiono Christian Burns, Aaron White e uno tra Riccardo Moraschini e Andrea Cinciarini. In difesa il primo problema è Tornike Shengelia, con la sua capacità di giocare in post-basso. La scelta per la marcatura ricadrà su Jeff Brooks o Luis Scola, con la consapevolezza di dover evitare il più possibile raddoppi perché sulle rotazioni il Baskonia ha molti lunghi atletici che amano andare a rimbalzo d'attacco, fondamentale in cui Milano soffre ancora molto. Kaleb Tarczewski e Arturas Gudaitis necessitano quindi di fare tagliafuori, perché a rimbalzo dinamico vinceranno i lunghi avversari. L'altro grosso tema è quello del pick and roll di Henry e e Vildoza. L'idea più ovvia sembra quella di far contenere i lunghi, non avendo né Eric né Fall tiro da fuori, e far passare sopra chi difende sulla palla, essendo gli avversari pericolosi al tiro dal palleggio. Passare sopra porterebbe la necessaria aggressività per rendere meno visibili le linee di passaggio su tiratori come Shields, Garino, Janning e, soprattutto, Stauskas.

In attacco prendere possesso dell'area pitturata sarà un'impresa. Eric e Fall, con il loro atletismo, sono grandi protettori del ferro, soprattutto in aiuto. Ma questo non vuol dire che ci sarà necessità di intestardirsi con il tiro da tre punti. Appoggiando la palla dentro, Luis Scola e Arturas Gudaitis potrebbero approfittare della voglia di stoppare dei loro avversari costringendoli a molti falli. Giocando il pallone spalle a canestro potranno aprirsi spazi per gli esterni, che, allora sì, dovranno essere bravi a punire dal perimetro, soprattutto Vladimir Micov, Michael Roll e Amedeo Della Valle. Portare fuori i lunghi spagnoli con il pick and roll è un'altra possibilità, magari forzando cambi su giocatori di uno contro uno come Sergio…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

DEVI LEGGERE

Serie A, Milan Napoli Sky o DAZN? Come seguire la gara

Milan Napoli Sky o DAZN - Sfida delicata per quanto riguarda uno degli anticipi della tredicesima giornata del campionato di Serie A. Il Milan...

È morto Jake Burton, il pioniere e inventore dello snowboard

È morto a 65 anni, Jake Burton Carpenter, l'uomo che ha inventato lo snowboard. Un vero e proprio pioniere dello sport, capace di...

Milan Napoli, tutto quello che c'è da sapere

Gli azzurri e i rossoneri sono le squadre che più hanno peggiorato il proprio rendimento rispetto allo scorso campionato. Inoltre mai si erano affrontate...

Cinema, i film da vedere nel weekend 22-24 novembre. I trailer

Escono tra gli altri 'L'ufficiale e la spia', 'Cetto c'è, senzadubbiamente', 'Light Of My Life', 'Aspromonte - La terra degli ultimi', 'Countdown' e 'Ploi'...

Carolina Stramare/ “La maledizione delle Miss”: ora c'è Mattia …

Carolina Stramare a Vieni da me: Caterina Balivo l'annuncia e parla della "maledizione delle Miss". Dopo la rottura col fidanzato Alessio, c'è Mattia Marciano,...