Home Massimo Pericolo a L'assedio di Daria Bignardi, ha senso giudicare ...
Array

Massimo Pericolo a L'assedio di Daria Bignardi, ha senso giudicare …

“Mi sto pisciando sotto. Fino a un anno fa facevo le consegne da un cinese e lavavo i piatti”. Di Massimo Pericolo ti innamori in un lampo, appena lo vedi entrare in studio a L'assedio di Daria Bignardi su Nove con quella t-shirt con scritto Criminali a caratteri cubitali e lo senti pronunciare parole che sul suo stato emotivo, per quell'intervista in diretta, vanno dritte come siluri. A lui bastano pochi elementi per farti arrivare subito il refrain sul suo approccio alle cose. Suona più o meno così “Sono questo, non mi nascondo dietro a nulla, non ti dico cose facili. Anzi”. Quindi, se sei lì, stacce. E ascoltalo, perché ne vale la pena. Le premesse sono queste: non ha avuto una vita facile, non ci tiene per niente a girarci intorno e le sue canzoni sono un pugno in faccia ben assestato in cui racconta le sue esperienze, che poi sono quelle di altri come lui e “meno fortunati”. Parla di una famiglia difficile, droga, spaccio, vita in carcere e depressione. “Penso di rappresentare la gente sfortunata, che magari nella vita ha avuto meno possibilità e meno vantaggi”.

Massimo Pericolo da Daria Bignardi a L'assedio: chi è il rapper che parla di droga, spaccio, carcere e depressione

Daria Bignardi lo ha presentato come il rapper dai milioni di streaming, che ha vinto due dischi d'oro, che si sta affermando nella scena rap alla velocità della luce e di cui la Treccani ha analizzato i testi. È lì che Massimo Pericolo fa la differenza con una capacità di scrittura che racconta la realtà, anche più ruvida. La sua è una potenza che potrebbe turbarti per temi, perché di droga si parla e di carcere anche. Eppure. La verità è che il tuo orecchio si incolla, perché chi scrive e canta come lui (e non sono in tanti) sa come mettere a fuoco delle scene e buttarti dentro di schianto, anche solo con frasi che ti scombinano gli assetti logici. Tipo “Agitato come il lago che bagna la spiaggia” (NdR. la canzone Sabbie mobili), ché ti chiedi esattamente se esiste la possibilità che il lago non sia calmo. Ecco. Lui, per farti un esempio di come abbia creato un immaginario, ha coniato il termine emodrill, che mette insieme la storia dell'”emo” con la parola “drill”, che è un tipo di trap dai toni violenti perché in quel mondo è nato. Ne ha slittato il senso su un livello più intimo ed è stato il modo per sintetizzare la capacità di far emergere l'emozione cattiva, perché non sempre quella predisposizione d'animo ha accezione positiva, e va descritta con toni duri, rabbiosi, un po' torbidi. Un po' come quell'acqua del lago.

Nell'intervista durante il programma L'assedio, cominciato con la sua prima puntata il 16 ottobre 2019 su canale Nove (canale del gruppo Discovery Italia al tasto 9 del telecomando), alle 21:25, Massimo Pericolo ha parlato di molte cose: della sua famiglia disunita, del fatto che la scuola proprio no, della vita da spaccio ché le bollette erano da pagare, dell'esperienza in carcere e della sua terapia con gli psicofarmaci per uscire dalla depressione.

“La mia famiglia non è unita, sono cresciuto con mia mamma, tanti traslochi, non avevamo soldi. Lei non trovava lavoro e io niente scuola. Vivevamo in una stanza e non avevo tanta voglia di stare a contatto con lei”.

“Mi hanno arrestato per spaccio di marijuana. Lo facevo per soldi. A 17 anni sono uscito di casa e dovevo vivere. Era una necessità, non era per avere il vestito figo o farmi la serata. Era proprio per pagarmi le bollette. Quando avevo 18 anni non era facile trovare lavoro. Dopo il carcere l'ho cercato e l'ho trovato, prima era più raro. In cella sono stato 4 mesi, poi il resto ai domiciliari. Un anno e 7 mesi in totale, con lo sconto di pena”.

E sul carcere ha continuato:

“Prima del carcere sapevo a cosa andavo incontro, ma non avendolo mai subito, pensavo fosse giusto punire con il carcere chi era un pericolo per gli altri, chi ha ucciso, chi ha stuprato. Dopo ho capito una cosa: quanto sia sbagliato giudicare una cosa sugli altri senza prima averla provata su di sé. Non puoi comprendere l'azione di una persona senza avere…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

DEVI LEGGERE

Formazioni Cultural Leonesa-Atletico Madrid | Pronostici e quote …

C'è una serata particolare nei dolci ricordi di tutti gli Atleticos: la finale di Copa del 2012-2013, giocata al Santiago Bernabeu, contro gli eterni...

Simone Montedoro da Don Matteo a Come una madre e ritorno …

Per Simone Montedoro, romano, 46 anni, ex divo di fotoromanzi dai quali passò presto al cinema, al teatro e alla televisione, anche un nuovo...

L'atteso ritorno dell'ex capitano della caserma di Spoleto avviene in …

L'atteso ritorno dell'ex capitano della caserma di Spoleto avviene in circostanze molto particolari a causa di un colpo alla testa. Simone Montedoro torna nella...

Simone Montedoro in Don Matteo 12, il Capitano Tommasi torna …

Torna Simone Montedoro in Don Matteo 12, ma il suo Tommasi sarà presente solo nella terza puntata in onda il 23 gennaio: ecco le...

J-Ax, domani esce il suo album “ReAle”: «Essere onesti quando la …

Domani esce ReAle, il nuovo progetto musicale di J-Ax, un album che rivela in modo intenso e senza filtri un nuovo capitolo della...