Home AGI Agenzia Giornalistica Italia L'odissea giudiziaria di Filippo Penati, morto pochi mesi dopo il suo ...

L'odissea giudiziaria di Filippo Penati, morto pochi mesi dopo il suo …

Autorizzo Agi Agenzia Giornalistica Italia S.p.a alla lettura dei miei dati di navigazione per migliorare i servizi del sito in linea con le mie preferenze.

Cancellazione profilo

Sei sicuro di voler cancellare il tuo profilo?

“Mi riprendo la vita”, aveva promesso il 28 settembre di due anni fa subito dopo la lettura della sentenza con cui anche la corte d'Appello di Milano cancellava le accuse di corruzione e finanziamento dei partiti maturate nell'inchiesta sul presunto 'Sistema Sesto'. Invece Filippo Penati, l'ex presidente Ds della Provincia di Milano ed ex sindaco di Sesto San Giovanni, è morto di cancro a pochi mesi di distanza dall'uomo che gli puntava il dito contro, il procuratore Walter Mapelli, peraltro molto stimato anche dagli avvocati che gli hanno tributato numerosi messaggi di stima alla memoria.

È raro leggere dei giudici che smontino in modo così crudo e veemente una tesi dell'accusa come hanno fatto quelli di Monza nel dicembre del 2015, al primo atto del processo con al centro un presunto groviglio di corruzione e malaffare nella ex 'Stalingrado d'Italia'. Nelle motivazioni all'assoluzione per Penati, i magistrati scrivevano di “indagini lacunose e superficiali” in relazione agli ipotizzati finanziamenti illeciti ricevuti dall'imprenditore Piero Di Caterina per il Pci prima e per i Ds poi.

Anche sulla presunta tangente incassata da Penati per l'affare Milano Serravalle con la vendita delle quote alle società del gruppo Gavio si erano mostrati lapidari: “Non è stata acquisita alcuna prova orale o documentale che dimostrasse la fondatezza della tesi accusatoria e cioé che Penati si fosse comunque…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

DEVI LEGGERE

Basket, serie A: la Virtus Bologna resta a punteggio pieno, ko esterni …

Nell'anticipo del 5° turno la Segafredo piega 87-80 Varese e prosegue la sua corsa solitaria di testa, cogliendo il 9° successo consecutivo tra campionato...

L'incidente e l'accusa di omicidio stradale, Michele Bravi torna a …

Torna sul palco Michele Bravi, dopo le vicende giudiziarie dello scorso novembre. La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio con l'accusa di...

Cile nel caos, esercito in strada e coprifuoco: come ai tempi di …

Nella notte sono stati dati alle fiamme stazioni ed edifici. Durante il saccheggio di un supermercato, tre persone sono morte imprigionate dalle fiamme Coprifuoco...

Cile in stato di emergenza. In fiamme la sede dell'Enel a Santiago

Cile, scatta il coprifuoco. Tre morti negli scontri. Piñera sospende l'aumento delle tariffe Le proteste per gli aumenti dei prezzi dei biglietti della metropolitana...

Cile, l'Esercito proclama il coprifuoco totale. "Sospese le libertà …

Il generale Javier Iturriaga del Campo, incaricato della sicurezza a Santiago del Cile durante lo stato di emergenza dichiarato dopo le violenze dei giorni...