Home CulturaMente (Comunicati Stampa) (Blog) Finalmente il nostro "Zero il Folle" è tornato

Finalmente il nostro “Zero il Folle” è tornato

Esce il 4 ottobre il nuovo e atteso album di Renato Zero dal titolo “Zero il Folle”. Ce lo presenta proprio lui nel giorno del suo 69esimo compleanno, lunedì 30 settembre con una diretta social dall’ Auditorium Parco della Musica. renato zero tour 2019

Annunciato da Federica Gentile, esce con il suo look piuttosto sobrio, rispetto a come siamo abituati a vederlo. Fa eccezione solo il suo stravagante cappello e gli occhiali da sole rigorosamente neri con qualche strass. Un look total black, come al solito per il cantante romano. Sullo sfondo, dietro di lui ci sono le 4 copertine dell’album, che lo vedono ritratto nei modi più bizzarri: come una geisha, come un fauno, come una fata turchina e come una divinità indiana.

Foto a cura dell’ufficio stampa Parole e Dintorni.

Zero fa riferimento alla mancanza di uomini sulla terra. Forse questa rappresentazione di se stesso sta a significare che in lui sono racchiusi proprio i principi fondamentali dell’essere uomo. Perchè in fondo esserlo non vuol dire altro che essere umani.

Renato offre la semplicità come chiave per affrontare tutte le cose della vita, dalla più difficile, dalla prova più dura alla più banale.

Essere semplici, forse è la prova più dura per un uomo; mantenere integra la propria libertà ed essere se stessi e incarnare il numero Zero delle volte può sembrare così bizzarro agli occhi della gente comune e della borghesia da risultare Folle, proprio come il titolo del suo splendido e nuovo album.

Un disco da riscoprire, da assaporare e gustare, un brano alla volta. Da riscoprire perchè in tutti i dischi dell’autore romano, riscopriamo un po’ di noi, è come se ad ogni canzone ci lasciassimo andare, ci liberassimo dalle nostre paure, dai nostri timori e da tutti i pregiudizi che la società in cui viviamo ci impone.

I temi affrontati nell’album sono molteplici: dall’ecologia, all’aborto, dall’amore alla religione. L’unica costante che è sempre presente negli album di Renato Zero è il crocifiggere e mettere all’angolino i moralisti e i finti perbenisti.

A contribuire alla scenografia dell’evento ovviamente c’è Renato Zero, grande trasformista da sempre.

Inizia l’ascolto dell’album e la sala stampa scoppia in applauso generale…

La prima canzone, bellissima, tra l’altro “Mai più da soli” recita:

“Godiamo immaginando che quel contatto possa rendere.”

Quì un chiaro riferimento con una leggera vena critica all’ambito dei social, dove non manca un riferimento ad una delle più note influencer del mondo del web e della moda italiana e mondiale, sbagliandone il nome…

Un’altra critica che viene fatta, qui non risparmiando un amaro riferimento all’attuale sindaca di Roma:

“Manco le strade che dovrebbero pulì c’avemo più…”

Il secondo brano “Viaggia” è un invito al viaggio, al vivere a pieno gioventù e all’esplorazione della natura.

Nel quarto brano Zero ci ricorda che “Un uomo è” quando gli va.

Il quinto pezzo “Tutti sospesi” è la canzone più introspettiva… il cantante si rivela:

“Vorrei vederti qui al mio fianco”

Arriva l’immancabile dichiarazione d’amore “Quanto ti amo”, il brano numero 6 che è una bellissima poesia, una dedica struggente.

Il brano numero 7, a metà percorso, si intitola “Che fretta c’è”. É un ritratto della condizione umana realistico e veritiero. La società viene descritta come solo il poeta sa fare, senza giudizio. Egli semplicemente: racconta.

Arriva…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

DEVI LEGGERE

Cile, scontri e proteste: esercito proclama coprifuoco totale. 3 morti …

La capitale cilena è nel caos per una mobilitazione contro l'aumento del prezzo dei biglietti della metropolitana (poi sospesi dal presidente Piñera). Trasporti...

Basket, serie A: la Virtus Bologna resta a punteggio pieno, ko esterni …

Nell'anticipo del 5° turno la Segafredo piega 87-80 Varese e prosegue la sua corsa solitaria di testa, cogliendo il 9° successo consecutivo tra campionato...

L'incidente e l'accusa di omicidio stradale, Michele Bravi torna a …

Torna sul palco Michele Bravi, dopo le vicende giudiziarie dello scorso novembre. La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio con l'accusa di...

Cile nel caos, esercito in strada e coprifuoco: come ai tempi di …

Nella notte sono stati dati alle fiamme stazioni ed edifici. Durante il saccheggio di un supermercato, tre persone sono morte imprigionate dalle fiamme Coprifuoco...

Cile in stato di emergenza. In fiamme la sede dell'Enel a Santiago

Cile, scatta il coprifuoco. Tre morti negli scontri. Piñera sospende l'aumento delle tariffe Le proteste per gli aumenti dei prezzi dei biglietti della metropolitana...